hardcore zone

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Magazine Rock Sound n° 86 Luglio 2005

ZNORT!

200 bpm (10 tks - 28 min.)

Dopo aver sentito decine e decine di bands straniere abili nel professarsi veri professionisti del metalcore odierno,questa volta tocca a una band italiana far vedere di che cosa è capace.Chiamati in causa gli Znort! non si fanno certo desiderare,omaggiando gli albori del genere con un sound scolastico ma non per questo privo di potenza.Come nella maggior parte dei debutti,anche per gli Znort! si notano vistosamente le carenze nel Mixaggio,piatto e privo di mordente,nonostante i musicisti abbiano in dotazione diverse cartucce interessanti da sparare sul pubblico come"Firenze 1985","Macerie" o l'azzardardata"Maidominoi".Il cantato in italiano,seppur limiti gli orizzonti commerciali del gruppo,si dimostra fondamentale per i temi da loro trattati,degrado e societa' odierna in testa.In conclusione gli Znort! si affacciano sul panorama musicale alternativo con idee e gusti tendenti a quello che il metalcore fu' anni fa',una scelta se non altro molto originale al giorno d'oggi, ma che deve essere perfezionata in alcune parti per risultare ancora piu' convincente.

Eros Pasi