hardcore zone

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

www.dk666.tk

ZNORT!

200 bpm (10 tks)

Coraggioso e ambizioso progetto quello del quartetto degli italianissimi Znort! Il nome di un gruppo: un grugnito. Un suono primitivo e primale, come la loro musica, diretta, terra terra e senza compromessi, una mazzata pura e semplice, come deve essere. Suoni compattissimi, quasi elettronici, ritmi possenti che incedono non si fermano davanti a nessuno. Via tutti i fronzoli, via le cretinate da testi. Cosa resta? Solo l'essenziale. E proprio attorno all'"essenziale" ruota tutto il concetto di questa band: i testi in italiano (perchè complicarci la vita?) sono una massa fluttuante di frasi apparentemente slegate di concetti diversi, ma che alla fine riescono a comunicare il messaggio finale, quasi a farlo intuire, ad INSTILLARE il concetto; le ritmiche basilari e minimali e riff granitici sono il duro pane che ci viene offerto. Sensazioni animali e ruvide. Strani invece gli inserti elettronici. Come primo personale impatto con la band, direi che sono rimasto particolarmente soddisfatto: se un genere non comune come il metalcore (per il quale personalmente non nutro particolari simpatie, sono un candido powermetallaro ;D) riesce ad impressionarmi vuol dire solo una cosa: musica apprezzabile da tutti i palati. Non posso quindi che promuovere questa band a pieni voti al loro primo disco, sperando in un futuro ancora più maturo per questo giovane complesso. Grunt!

Un quantomai orchizzato ai_ja_nai

PS: Se la recensione vi è parsa troppo minimale non lamentatevi: il metalcore è contagioso!